LE CAVE

MARMO BOTTICINO

Non solo pietra

Carousel imageCarousel imageCarousel image

Il marmo Botticino commercialmente è un marmo unico e inconfondibile. Le tipologie principali sono il Botticino Classico, estratto nel Comune di Botticino, il Semiclassico e il Fiorito, estratti tra Nuvolera e Serle. Geologicamente, invece, il marmo Botticino è classificato come roccia (o pietra) di origine sedimentaria ed è costituito prevalentemente da fango carbonatico con diversi gradi di dolomitizzazione (maggiore nella varietà Botticino Fiorito). Roccia micritica (calcare a grana finissima) contiene, in quantità variabile da banco a banco, inclusi come intraclasti, ooidi, pellets e fossili di varia natura che conferiscono al marmo la cosiddetta "mandorlatura" del marmo. Per queste caratteristiche, e in funzione della composizione chimica, il marmo Botticino si presenta con colorazioni variabili dal bianco-avorio al beige e le frequenti strutture stilolitiche (venature) di colore giallo-ocracee tipicizzano il marmo donando una peculiare ed apprezzata caratteristica ornamentale.

Dal punto di vista tecnico si tratta di una roccia molto compatta, poco porosa e con un basso assorbimento d'acqua, caratteri che la rendono resistente al gelo e presenta ottime caratteristiche meccaniche quali la resistenza alla compressione, alla flessione e all'usura. Per l’indiscutibile bellezza e le grandi doti di resistenza, il marmo Botticino è dunque considerato universalmente un marmo pregiato, adatto in architettura e scultura sia per realizzazioni di interni che esterni.